Predisposizione dei veicoli con il connettore FMS-standard

La predisposizione più conosciuta per l'accesso ai dati del veicolo è rappresentata dal connettore FMS-Standard definito da un gruppo di lavoro dell'ACEA a cui partecipano tutti i costruttori Europei, che consente all'apparato di bordo di un sistema di monitoraggio aftermarket di accedere ad alcuni dati della rete CAN del veicolo senza interferire con il suo funzionamento.

I dati sul connettore sono resi disponibili tramite un protocollo standard scaricabile dal sito www.fms-standard.com.

La prima condizione da verificare in fase di acquisto del veicolo è quindi che la predisposizione FMS sia inclusa nell’allestimento previsto. Infatti l’installazione in retro-fit sui veicoli già consegnati può rivelarsi piuttosto onerosa e non sempre efficace.

Occorre poi tenere ben presente che lo standard definisce esclusivamente le regole ed i formati di codifica dei dati, ma lascia ai costruttori la facoltà di decidere quali messaggi e dati siano effettivamente resi disponibili sul veicolo. Inoltre molti costruttori applicano politiche commerciali che tendono a limitare il set dei dati resi disponibili sul connettore FMS.

Nei downloads di questo sito è possibile scaricare un fac-simile dei dati da noi raccomandati per una predisposizione ottimale all’implementazione dei servizi di fleet management.

In particolare, per l’implementazione dei servizi di telediagnostica è essenziale richiedere l’implementazione del messaggio FMS1 (PGN FD7D) che racchiude i cosiddetti “tell-tales” (TTS). Tramite questo messaggio vengono infatti segnalati gli stati di guasto o anomalia del veicolo, generalmente corrispondenti all’accensione delle spie (gialle / rosse) sul quadro di bordo.

Nei downloads di questo sito è possibile scaricare un fac-simile dei “tell-tales” che raccomandiamo per avere una soluzione di telediagnostica soddisfacente.

Richiedi una quotazione dei nostri servizi di consulenza.